La Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di Bilancio 2018) all’articolo 1 commi 997 e 998 ha previsto, come ogni anno, la riapertura dei termini per la rivalutazione di terreni agricoli ed edificabili e si partecipazioni in società non quotate.

L’aliquota dell’imposta sostitutiva è pari all’8% sia per i terreni che per le partecipazioni.
Il valore dei beni da rivalutare viene stabilito attraverso una perizia giurata.
I beni per i quali è possibile procedere alla rivalutazione sono quelli posseduti alla data del 01/01/2018.
Il termine per la redazione ed il giuramento della perizia è il 30/06/2018.
L’imposta sostitutiva può essere rateizzata in tre rate annuali dal 30/06/2018, con il pagamento, sulle rate successive alla prima, degli interessi nella misura del 3% annuo.
E’ possibile, qualora ci sia avvalsi di una precedente rideterminazione del valore dei medesimi beni, di detrarre dall’imposta sostitutiva dovuta per la nuova rivalutazione l’importo relativo all’imposta sostitutiva già versata, ovvero chiedere il rimborso, il cui importo non può essere superiore all’importo dovuto in base all’ultima rideterminazione del valore effettuata.